Chi Sono

Sono nato a Milano nel 1962, all’età di 13 anni, al sabato, ho cominciato a seguire mio papà in un officina dove faceva della manutenzione ad attrezzature in ferro di tutti i generi e li, ho imparato i primi rudimenti della saldatura e del taglio e mi sono accorto di essere portato per i lavori manuali.

All’età di 14 anni ho cominciato a lavorare, ho fatto l’elettricista, il tornitore, il lattoniere,  poi ho lavorato sui pozzi Atresiani e in questi 10 anni ho imparato molte cose e anche ad essere flessibile, a tagliare, saldare plasmare e trasformare il metallo.

Dal 1986 al 1998 ho cambiato completamente attività: lavoravo con discreto successo nei trasporti, mi piaceva e mi piace tuttora guidare, ma non mi sentivo completo e realizzato … non costruivo, non progettavo, non trasformavo le mie idee in oggetti.

Nel ‘98 lascio tutto e decido di ricominciare da capo, tornare alle origini, al metallo.

Se si pensa al metallo, si è immediatamente pervasi da una sensazione di freddo, di colore grigio, di calcolo cibernetico e di assenza totale di pensiero e sentimento.

In realtà, il metallo è caldo e colorato, ricco di sfumature, di emozioni e sentimenti.

Per renderlo tale, durante la fusione, serve il componente più importante, indispensabile.

L’anima dell’artista.

Capace con le sue mani di plasmare forme emozionanti, di usare e dosare il fuoco per donargli colori incredibili, di fissare nel materiale l’eterno calore del suo cuore.

Oggi sono un artigiano del ferro.

Lavoravo solo per gli amici, facevo perlopiù cancelletti, finestre e porte in ferro, ma pian piano,  sempre contando solo sulle mie forze e sulla preziosa collaborazione degli amici, ho cominciato a costruire scale: in ferro, in lamiera, in vetro.

Poi sono iniziate le collaborazioni;  dapprima con uno studio di restauri di Milano, dove ho avuto la possibilità di fornire la mia esperienza con i metalli, per il restauro di opere di arte contemporanea e di grande valore storico e artistico.

Poi la collaborazione con alcuni artisti di arte contemporanea di Milano, diventando così artigiano d’opera.

Il contatto diretto con l’arte ha fatto crescere in me la voglia di esprimermi e di sperimentare lavorando il metallo per scoprire tutte le sue potenzialità e tutti i suoi colori, cercando si dare sfogo alla vena artistica che sentivo in me.

I miei clienti possono contare sulla mia collaborazione e sulla mia esperienza per interpretare e dare luce ai loro progetti, perché siano belli e funzionali. Trovando soluzioni ad hoc per ognuno.

Ho sviluppato idee per arredamenti interni ed esterni, pareti divisorie, porte, scale, lampade e lampadari.

Mi piace unire il metallo con materiali che esaltino e valorizzino la sua bellezza e  suoi colori come il vetro e il legno.

Utilizzo svariati tipi di materiali perché ognuno ha diverse sfumature di colore e consistenze; il rame, il ferro, l’alluminio, l’ottone, il bronzo che a contatto col fuoco modificano forma e colore e sotto le mie mani si trasformano in oggetti nuovi.

Mi piace riutilizzare e dare nuova vita a pezzi antichi perché cambino totalmente il loro uso.